EPISCOPIO
(PALAZZO VESCOVILE)

Ubicato in via Roma.
L'edificio parte di un isolato urbano formato dal Seminario Vescovile, dalla Cappella del Monte e dal Duomo.
E' a pianta irregolare organizzata su un cortile interno e su un portico ad L (il portico svevo) che all'esterno disegna la piazza del Duomo.
Uno dei due lati del portico unisce l'Episcopio al Duomo e fu da prospetto al retrostante Seminario Vescovile.
Il portico, che appare oggi nella sua stesura originaria con piani sovrapposti, in questo dopoguerra stato demolito e ricostruito sui suoi stessi conci, debitamente smontati e numerati e poi ricomposto intorno ad un'anima in cemento armato con l'esclusione della parte adiacente al Duomo, per evitare di intaccare il punto di contatto tra strutture normanne e sveve.
Nell'edificio vi una cappella settecentesca di Monsignor Pa, costruita come sacello domestico del Vescovo Giansenista.
La Cappella preceduta da un'ampia chiusura lignea, intarsiata, che immette in un vano con altare barocco in stucco e pavimento settecentesco.
L'edificio venne completamente ricostruito nell''800.
Attualmente, sede del Museo Civico Diocesano.