BRATTIR˛ 27 SETTEMBRE 2010
FESTA DEI SS. MEDICI
COSMA E DAMIANO

 

Omaggio agli emigranti

delle due Americhe

 

di Salvatore Libertino

 

Gli emigranti alla Festa dei Santi Medici


L'emigrazione dei tropeani e ex 'casalini' - spilingesi, drapioti (in particolare brattiroesi e carioti), ricadesi, ecc. -  Ŕ iniziata fin dal lontano 1861. Solo i tropeani alla fine del primo decennio furono centocinquantotto. Il flusso, che ebbe un incremento considerevole dal 1901 al 1911 e durante il periodo successivo alla Grande Guerra, seguit˛ senza sosta fino agli anni Cinquanta del secolo scorso. La meta agognata erano le Americhe: Stati Uniti, Argentina, Venezuela, Uruguay. Qualcuno rimpingu˛ la schiera delle eccellenze del crimine a New York City, come i fratelli Anastasia, o della politica quale Domingo Arena a Montevideo, o degli anarchici facinorosi quali gli Scarf˛ a Buenos Aires. Non pochi preferirono arrivare e stabilirsi nella lontanissima Australia.

Durante lo svolgimento dell'Asta, il Comitato della Festa, a sorpresa, chiama a raccolta gli "Argentini" sul palco per presentarli al pubblico ed omaggiarli attraverso l'intervento del Sindaco. Sono ritornati a Brattir˛ in occasione della Festa e sono lieti di schierarsi a favore della folla che sul sagrato della Chiesa Madre applaude commossa, scandendo, uno per uno, il proprio nome e cognome e la seconda patria, scelta da loro o ancor meglio dalle loro famiglie, negli anni Cinquanta: la terra del Mexico, degli USA, dell'Argentina.

Salutano, sorridenti intorno alla bandiera argentina, commossi dell'accoglienza, con qualche lacrima in pi¨ di quelle versate qualche ora prima quando i Santi Medici erano usciti fuori dalla Chiesa.

Pasquale Pulicari: 42 anni negli USA; Francesco RombolÓ: sono sessant'anni che sono in Argentina sono andato a quindici anni; otro Francesco RombolÓ brattiroese; Antonio RombolÓ figlio di... e Caterina RombolÓ; Raffaele Pugliese: sessant'anni in Argentina; Anna Rita RombolÓ: sono emigrata nel 1952 di quattro anni; Maria Rosa Catuscelli di Barbalaconi: sono emigrata nel 1957 di quattro anni; Cocimo RombolÓ: adesso sono 34 anni che abito in Mexico, sono andato in Argentina per Mexico.


 

VIDEO

 

FIERA

 

 

USCITA SANTI

 

 

PROCESSIONE

 

 

INNO

 

 

ASTA
 

OMAGGIO AGLI EMIGRANTI

 

ęTropeaMagazine